pensiero eroico

contro lo sport plastificato

Recuperare lo sport e la sportività

Sportivo, lo sono sempre stato; innumerevoli le volte in cui, come giocatore, arbitro, opinionista, mi sono trovato a contatto con il mondo dello sport professionistico e con la delusione nel costatare la tendenza, sempre più marcata, a quello che mi piace (o spiace) chiamare lo sport di plastica, ormai geneticamente modificato dall’azione di procuratori, manager, preparatori, medici e apprendisti stregoni.

Proprio per andare contro a questa ondata di sport da rotocalco, ormai nel ’97, ho fondato l’Eroica, la manifestazione cicloturistica non competitiva che, recuperando la bellezza della fatica e il gusto dell’impresa, è riuscita a farsi strada in tutto il mondo. Perché il ciclismo? Perché penso che oggi solo il ciclismo possa farcela a recuperare la sua radice autentica sottraendo tanta parte di sé dallo Squadrone Avvoltoi di cui sopra.

Quello che scrivo, che dico e che penso gira intorno al desiderio di riconquistare il riconquistabile, sottraendo lo sport (ma non solo) allo strapotere dei diritti TV e alla patina della comunicazione effimera e steroidea propria del contemporaneo.

Le strade bianche e Gianni Mura

Il ciclismo che ritrova l'anima A volte ci si rende conto subito che sta passando la Storia e ti ci ritrovi dentro. E qui non è neanche il caso di dirsi quanto quella Storia con la maiuscola, per quanta parte, hai contribuito a scriverla. Montalcino, 15 maggio 2010;...

Chiusdino, il paese dei buoni

Il ciclismo più grande nella periferia del mondo.

Monticiano, il paese dei “cattivi”

Quando il calcio ha fatto capo qua

Il male di vivere

Si ferma anche Tom Dumoulin, vinse il Giro 2071.

Il Lockdown del ’39

La guerra passava in diretta mentre l’innocenza evaporava.

La Memoria del passato

Le origini di una famiglia, la lezione del passato.

La Mora Antebellum

Ora che tutto pare dovuto, dovremmo ricordarci da dove veniamo.

Quel ’67 in cui vinsi il “Giro”

Quel “Giro” tutto mio, vinto prima che il ’68 cambiasse le cose.

C’era una volta la nobile arte del pugilato

Vi ricordate com’era lo sport prima che lo modificassero geneticamente?

Arrivederci Maradona

Si scrive per non piangere Scrivo anch'io subito, per non piangere. Avevo appena finito di registrare una serie di considerazioni con Paolo Viberti per Bike tv che è arrivata la notizia della scomparsa di Maradona. Ognuno di noi che lo amavamo se lo sentiva, Diego...